Filtra Per:

OK
lelio simi hoepli

Stefano Besana

Stefano Besana è Digital & Future of Work Leader in EY. Si occupa di trasformazione digitale da oltre 15 anni, supportando le organizzazioni all’interno di complessi percorsi di evoluzione verso nuove modalità di lavoro. Ha guidato progetti di digital transformation, social collaboration, change management e digital strategy, aiutando le aziende a immaginare modalità organizzative che privilegiassero la centralità delle persone e delle loro esigenze. Docente sui medesimi temi per numerose business school e università tra cui Università Cattolica del Sacro Cuore, Università eCampus e Tag Innovation School, è autore di Collaborative Company (Egea, 2018) e di un libro su videogame e gamification. Laureato in scienze dei processi formativi e specializzato in educazione degli adulti, Stefano ha acquisito una seconda laurea in psicologia e neuroscienze nel 2018. Nel 2020 ha iniziato un percorso di dottorato (Ph.D.) sull’impatto della collaborazione all’interno dei network innovativi.

BIBLIOGRAFIA

Business is personal

Future of Work

Le persone al centro

Quali scenari caratterizzano il futuro del lavoro? Sono possibili nuove forme organizzative? Quali sono gli approcci di maggiore successo e le lesson learned delle aziende che ce l’hanno fatta? Quali, infine, le barriere che impediscono una trasformazione concreta, efficace e duratura delle organizzazioni? “Future of work” risponde a queste e ad altre domande proponendo innovative riflessioni attorno ai concetti di resilienza, trasformazione, agile, holacracy, automazione e intelligenza artificiale applicata alle organizzazioni. Ma soprattutto mostra l’effetto strategico di un nuovo umanesimo organizzativo: un approccio caratterizzato da trasparenza, partecipazione ed equilibrio, nella convinzione che il prossimo futuro sarà dominato dalle imprese che saranno capaci di valorizzare il potenziale nascosto nell’energia, nella passione e nella motivazione delle persone e di costruire allo stesso tempo valore per l’intera società. Casi studio e importanti contributi di docenti universitari e professionisti completano il manuale, rendendolo una guida per leader, manager e responsabili delle risorse umane, per capire come creare nuovi modelli di lavoro più inclusivi, collaborativi e a misura di donna e di uomo.